La Procura interviene sui terreni di Fanna e Vivaro. Fidenato presenterà ricorso.Sequestrati altri due campi Ogm

PORDENONE Dopo quelli di Colloredo tocca a quelli di Fanna e Vivaro. Mentre nel primo caso, però, le piante sono state distrutte, nel secondo sono state “solo” poste sotto sequestro. Registra una nuova puntata il duello tra il leader di Agricoltori federati Giorgio Fidenato e la legislazione sugli Ogm. Su richiesta del pubblico ministero Monica Carraturo, il giudice per le indagini preliminari Roberta Bolzoni ha disposto i sigilli sui poderi dell’imprenditore agricolo seminati a Mon810. Gli agenti della Forestale si sono presentati ieri mattina a Fanna, in prossimità del santuario di Madonna di Strada, e Vivaro, lungo la strada che conduce a Tesis, e hanno transennato gli appezzamenti, poco meno di quattro ettari in tutto, affiggendone i sigilli di sequestro. Il secondo appezzamento, peraltro, era stato riseminato dopo che le piante erano state semidistrutte due mesi fa. «Sono sempre gli stessi – ha confermato Fidenato – e tutti sanno dove si trovano. Sono sotto sequestro, con tanto di fettuccina. Spero che il fatto che nessuno possa entrare fino a che non saranno ultimati gli accertamenti della magistratura, significhi anche che saranno adottate delle misure affinchè non siano fatti oggetto di vandalismi o distruzione da parte dei no-global». «Diversamente dalla Procura di Udine – ha spiegato il leader di Agricoltori federati – quella di Pordenone non ha disposto anche la contestuale distruzione delle piante. Ciò mi permetterà già domani (oggi, ndr) di presentare ricorso al Riesame, cercando di scongiurare quanto avvenuto a Colloredo, quando il terreno era stato distrutto dalle autorità. Adesso confido nella celerità del giudizio del Riesame: non è possibile che prima si distrugga un campo e poi ci si pronunci sull’adeguatezza della misura adottata». Il provvedimento di sequestro viene motivato dal gip «per evitare la reiterazione del reato», ovvero la violazione delle complesse norme, europee, nazionali e regionali in materia di Ogm. Sul provvedimento di distruzione del seminato a Colloredo, il Riesame si pronuncerà il 18 settembre. (e.l.)
Dal Messaggero Vento del 12 agosto 2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...